Cucina, folklore e tradizioni Scozzesi

Cucina scozzese

Molti italiani  saranno sorpresi dalla cucina di Scozia in modo favorevole. Gli ingredienti sono semplici ma molto genuini, del territorio e tutti di ottima qualità. Basti ricordare l'ottima carne bovine della razza Aberdeen Angus celebrata ed apprezzata in tutto il mondo, alla carni di cervo delle Highlands, alle ottime specialità di mare:  aragoste, gamberetti, ostriche, cozze, rombi e molto altro, senza dimenticare i mitici salmoni (anche affumicati) e le trote , i formaggi dell'Ayrshire, i frutti di bosco.

Negli ultimi decenni, grazie alle nuove generazioni di cuochi che hanno dato  nuovi impulsi alla cucina e alla gastronomia in Scozia, tutti questi prodotti vengono utilizzati al meglio per preparare piatti unici e gustosi in primis apprezzati dagli stessi scozzesi

Tra gli antichi piatti più tipici della cucina di Scozia ricordiamo lo scotch broth una zuppa leggera con orzo perlato, verdure e manzo, il porridge fatto con farina d’avena e panna ( o latte per i più avveduti) , l'irresistibile butterscotch tart pastafrolla burrosa con caramello e meringa ed il mitico shortbread classico biscotto di pasta frolla morbida e ricchissima di burro e le fantastiche marmellate che troverete ogni mattina a colazione!!!
E per chi volesse un gusto forte e tradizionale deve assolutamwente assaggiare l'haggis: questo piatto tradizionale è un insaccato di interiora di pecora mescolate a cipolla, grasso di rognone, farina d'avena, sale e spezie e fatte bollire con brodo direttamente nello stomaco dell'animale per circa tre ore. La tradizione vuole che a fine cottura sia tagliato con una spada.

le feste scozzesi e il Military Tatoo:

Nessun folklore è così mondialmente diffuso e conosciuto come quello scozzese! Chiunque avrà sentito parlare di cornamuse e del kilt (l’elaboratissimo vestito scozzese con gonnellino) e ancora le danze,  i giochi celtici e le incredibili bande musicali che soprattutto in estate si esibiscono in tutta la Scozia.

Il kilt per come lo conosciamo noi nasce solo nel XVIII secolo. Prima di questo periodo era si diffuso in tutte le Highlands ma con una forma diversa. Il Fèileadh mòr, o grande kilt, era un pezzo di stoffa solitamente in lana, non rifinito, lungo circa 5 metri, che andava avvolto in vita, stretto con una cintura, drappeggiato sulle spalle e fermato con una spilla detta brooch. Il tessuto era così lungo che per indossarlo occorreva stenderlo a terra e sdraiarvici sopra.

Il Military Tatoo è la più grande e spettacolare parata militare del mondo, rielaborata in chiave artistica e musicale che si svolge all''interno del Castello di Edimburgo, e non solo,  da agosto a settembre.  Sono presenti le migliori bande di cornamuse scozzesi, che si sfidano a colpi di musica intonando le canzoni che nei secoli hanno dato coraggio agli eserciti sui campi di battaglia, ma sono presenti anche numerosi artisti da tutto il mondo con danze tradizionali e coreografie complesse che portano i colori, la musica e i movimenti tradizionali delle proprie terre e culture. Lo spettacolo termina con un emozionante spettacolo pirotecnico

I clan e il tartan:

L'antica struttura sociale scozzese era suddivisa in clan le cui origini risalgono ad una suddivisione feudale del territorio. Ogni clan aveva il proprio capo detto "clan chief" che governava il proprio territorio come se fosse un piccolo regno. Ogni clan si considerava un’entità fortemente autonoma ed era quasi sempre in perenne conflitto di interessi con i clan confinanti.

Altra unicità scozzese è legata al tartan, particolare disegno dei tessuti in lana delle Highland scozzesi, utilizzato agli inizi del XIX secolo come un importante segno distintivo dei diversi clan. Benché non esistano delle regole su chi possa o non possa indossare un particolare tartan e sia possibile per chiunque crearne uno e nominarlo nel modo che preferisce, il chief è l’unica persona ad avere l’autorità di rendere un tartan quello ufficiale del clan. Ogni clan ha più di un tartan legato al proprio cognome: c’è il tartan per la guerra, quello per le cerimonie, o, ancora, quello per la caccia.

I pub: Il pub non è solo un bar o un bistrò dove bere o mangiare: è uno stile di vita, è un punto di incontro dove chiunque può socializzare o starsene appartato a leggere un libro o lavorare al computer.
E’ un luogo dove ci si sente quasi come a casa propria in un ambiente accogliente e familiare e molto spesso con grande valore architettonico con secoli di storia alle spalle. Ogni giornata di vacanza ha qui la sua degna conclusione

Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!